Dodi Battaglia


“Ho accettato l’invito di padre Fausto e padre Eraldo allo Zipoli perché ho creduto fosse giusto comunicare ciò che ho appreso in tanti anni di attività.

Sono rimasto invece meravigliato da ciò che è scaturito da quel magico incontro.
Il luogo incantevole, la conduzione dell’amico padre Fausto e l’attenzione dei ragazzi presenti hanno fatto si che quell’incontro sia stato uno degli eventi più emozionanti della mia carriera.

Ecco che, anziché essere uno stage o un seminario, la serata si è trasformata in un incontro con un uomo, un uomo come me che ha avuto un grande dono dalla vita: quello di poter realizzare il sogno che avevo da bambino…fare il musicista.
Nell’incontro io stesso ho capito quanto in questo percorso ci sia la mano di Dio che mi ha fatto nascere in una famiglia di musicisti, che mi ha dato la forza per studiare e per non abbattermi nei momenti bui, che mi ha regalato il talento e che mi ha dato la possibilità di comunicare con milioni di persone.

Devo dire anche che i ragazzi hanno posto delle domande intelligentissime ed acute dimostrando di aver partecipato profondamente all’incontro.
Per questi motivi ricorderò per sempre quella serata come una cosa straordinaria che mi ha fatto migliore e che credo sia stata un motivo per i giovani di fissare delle importanti basi per il loro futuro.”